Seminario psicoanalitico

Data
03/10/2015
08:30 - 13:30


Programma Evento

Sede

Istituto Stensen
Firenze (FI)

Razionale
Il modo in cui l’analista esprime quello che ha capito ed elabora internamente i propri sentimenti di controtransfert, almeno quella quota parte di cui si può diventare consapevoli, può facilitare o impedire i progressi verso la simbolizzazione. Dal momento che le memorie non sono solo eventi da ricordare, ma talvolta proprio da costruire come eventi mentali pensabili e che fino a quel momento si presentano ripetendosi come schemi procedurali, quello che in certi casi o in certi passaggi si richiede prima e oltre l’interpretazione è, innanzitutto, un lento e paziente lavoro di costruzione della figurabilità. Nei casi in cui la questione non è soltanto di elaborare il dolore e l’angoscia, ma di introiettare esperienze del tutto nuove, a cominciare dall’interesse e dalla ricettività nei riguardi dei propri oggetti, si fa, a volte anche molto a lungo, quello che Anne Alvarez chiama un working toward (lavorare verso), prima di arrivare a un vero e proprio working through (elaborare).